Studio Commerciale CS
di Sementilli Antonello
I servizi on-line che il nostro studio fornisce:


Modello F24
Modello F23
ravvedimento
visura
ICI
bilanci
colf
paghe
contabilità

ICI

Tramite questo servizio riceverei direttamente della tua casella e-mail l’f24 o il bollettino ICI pronto per essere pagato.
Contattaci tramite telefono oppure tramite e mail e riceverai tutte le informazioni in merito.

ICI
L'ICI, imposta comunale sugli immobili, è la prima delle imposte con le quali si è attribuita una maggiore autonomia impositiva ai Comuni; è dovuta per il possesso di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli siti nel territorio dello Stato.il calcolo dell'ICI avviene in relazione alle caratteristiche degli immobili e alla situazione di possesso ed è pagata a ciascun Comune in cui è sito l'immobile stesso.

Calcolo ICI
Per i fabbricati la base imponibile è costituita dalla rendita catastale al 1° gennaio dell'anno in corso, aumentata del coefficiente di rivalutazione (attualmente il 5%; per i soli fabbricati classificati nel gruppo catastale B, la rendita deve essere rivalutata di un ulteriore 40%) e moltiplicata per un coefficiente diverso a seconda della categoria catastale. Il coefficiente per il quale va moltiplicata la rendita rivalutata è uguale a:

- 100 per le abitazioni, gli alloggi collettivi e i fabbricati a destinazione varia (gruppi catastali A, B e C con esclusione delle categorie A10 e C1);
- 50 per gli uffici, gli studi privati (categoria A/10) e gli opifici, alberghi, teatri, banche, ecc. (categoria D);
- 34 per i negozi e le botteghe (categoria catastale C1).
Per le aree fabbricabili la base imponibile è costituita dal valore venale in comune commercio, alla data del 1° gennaio dell'anno d'imposta.
Per i terreni agricoli la base imponibile è costituita dal reddito dominicale, che risulta iscritto al Catasto Terreni al 1° gennaio dell'anno d'imposizione, rivalutato del 25%, moltiplicato per 75.

Pagamento ICI
L'ICI deve essere versata in due rate:

a. la prima, da pagare entro il 16 giugno, è pari al 50% dell'imposta dovuta per l’anno e si calcola in base all'aliquota e alle detrazioni dell'anno precedente;
b. la seconda rata, da pagare a saldo tra il 1° e il 16 dicembre, si calcola con l’applicazione delle aliquote e delle detrazioni deliberate per l'anno in corso, sottraendo poi quanto versato in acconto.
E' possibile anche pagare l'ICI in unica soluzione, entro il termine previsto per l'acconto, se si applicano le aliquote e le detrazioni stabilite dal Comune per l'anno in corso.
In caso di più immobili posseduti nello stesso Comune, è sufficiente un unico versamento per l'ICI complessivamente dovuta.
Se si posseggono immobili situati in Comuni diversi, si devono effettuare versamenti distinti per ogni Comune.
Il pagamento va effettuato:

- presso gli uffici postali o l’agente della riscossione oppure,
- presso le banche convenzionate, salvo diverse disposizioni del Comune,
- con il bollettino di conto corrente.

E’ prevista inoltre la possibilità di effettuare il versamento tramite il servizio telematico gestito da Poste italiane spa.
In questo caso il contribuente riceve la conferma dell’avvenuta operazione presso la propria casella di posta elettronica, nella quale è riportata l’immagine virtuale del bollettino.
Inoltre, a decorrere dal 1° maggio 2007, tutti i contribuenti potranno pagare il tributo comunale utilizzando il modello F24 ed avranno la possibilità di poter compensare il debito ICI con eventuali crediti in imposte erariali.




- Dottore Commercialista - Revisore Contabile - Consulente del lavoro - Contabilità on line - Paghe on line -